Blog: http://marcopaolemili.ilcannocchiale.it

Individuato il meccanismo cerebrale con cui si percepisce la sazietà

Durante il pasto, il segnale di sazietà prodotto dall'intestino, mediante un lipide chiamato oleoiletanolamide, viene tradotto da specifiche aree cerebrali che utilizzano l’istamina come neurotrasmettitore. Il meccanismo favorisce la cessazione dell'attività alimentare, inducendo la sensazione di sazietà. La scoperta è di un team dell’Università di Firenze, il Cnr e l'Università di Roma La Sapienza.

Pubblicato il 7/8/2014 alle 12.27 nella rubrica Notizie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web