Blog: http://marcopaolemili.ilcannocchiale.it

Qual è la conseguenza della socializzazione dei costi?

Mi sta a cuore diffondere un piccolo estratto dell'articolo di Albert Esplugas Boter "Perchè lo Stato minimo continua a crescere?", che reputo illuminante. Questo sistema socialista che molti di noi accettano di buon cuore, come una conquista è in realtà la nostra condanna. Condanna alla sicurezza che nessuno abbasserà mai le tasse e mai fornirà servizi pubblici di più alta qualità. Avverà sempre il contrario.


Immaginiamo due tavoli, in un ristorante, da 20 persone ciascuna. Nella prima tavola i costi verranno socializzati, ovvero ogni spesa di ogni singolo individuo seduto a quel tavolo si sommerà e il totale verrà diviso per 20. Nell’altro tavolo, invece, ciascuno pagherà il suo conto, paga per ciò che ha consumato. Quale sarà il tavolo che alla fine avrà speso di più? Il primo, dato che ogni commensale penserà: “Se io chiedo un piatto più costoso non lo pagherò io, dato che il prezzo verrà distribuito fra tutti e venti”! E dato che tutti la penseranno nello stesso modo, il conto del primo tavolo sarà decisamente più alto, rispetto al secondo.

In un sistema statale le persone finiranno col pensarla nello stesso modo degli avventori del primo tavolo. Il risultato è una domanda crescente di benefit e prebende da parte della popolazione, con il conseguente aumento della spesa pubblica.

Pubblicato il 25/8/2011 alle 10.31 nella rubrica La Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web